scheda stampa

Scheda TESS – http://tess.beniculturali.unipd.it/web/scheda/?recid=15857
Suburbio, via Flaminia, villa di Prima Porta (ad gallinas albas), vestibolo 1a (sotterraneo), tessellato con punteggiato – Roma  ( RM)

edificio residenziale/villa
La villa di Livia denominata "ad Gallinas Albas" è situata al IX miglio della via Flaminia, presso l’attuale sito di Prima Porta; ubicata su una collina fra l’antica via consolare e il Tevere era servita da una strada basolata. Il sito, individuato nel 1837, fu scavato a partire dal 1863; danneggiata da bombardamenti durante la II Guerra Mondiale, ha subito diversi interventi di restauro e consolidamento. La pars urbana della villa si articola in distinte zone funzionali: da un lato gli ambienti privati, raccolti intorno ad un primo atrio (22 in pianta), dall’altro il settore dedicato agli ospiti (5-12), collegati da una grande aula (1) edificata sopra il triclinio estivo semisotteraneo (2); funge da raccordo tra le due parti l’esteso impianto termale (24-33, 60-63) con la cisterna superiore (67). Al settore residenziale si affianca il grande viridarium porticato, di dimensioni quasi uguali (M. Carrara, s.v. "Gallinas Albas, ad’, in LTURS III, Roma 2005, pp 17-24, figg. 10-23). Si aggiungono i vani di servizio e i vestiboli di accesso. Il complesso fu edificato nella seconda metà del I secolo a.C. in opus reticulatum (I FASE). Subì varie integrazioni e restauri: nel I secolo d.C., in età claudia o neroniana (II FASE); nel II secolo, in opera laterizia e mista (III FASE); ancora in età severiana, quando si datano importanti interventi di risistemazione, specie nel settore termale, probabilmente in seguito ad un violento terremoto (IV FASE). Altri corposi restauri, in opera listata, si datano al III-IV secolo (V FASE); rimase in uso fino al V-VI secolo d.C., quando fu distrutta da un incendio e abbandonata.



Cronologia

Estremi temporali: dal secolo I a.C. (3° q) al secolo VI d.C. (4° q)
Motivazione della cronologia: dati stilistici ed archeologici

AMBIENTE: vestibolo
Pianerottolo o vestibolo (1a in pianta), alla base della scala che portava agli ambienti sotterranei 1-2; conservava parzialmente il sistema decorativo parietale, in intonaco dipinto a imitazione di marmo grigio, con linee marginali nere e cornice in stucco all’imposta della volta, e pavimentale in tessellato bicromo a decoro geometrico (punteggiato).

Cronologia

Estremi temporali: dal secolo I a.C. (4° q) al secolo I a.C. (4° q)
Motivazione della cronologia: dati stilistici ed archeologici

Specifiche di rinvenimento
Data:
Dal 1982 – Ente responsabile: SAR

Suburbio, via Flaminia, villa di Prima Porta (ad gallinas albas), vestibolo 1a (sotterraneo), tessellato con punteggiato

Parte dell’ambiente: vestibolo
Rivestimento con scansione: a copertura unitaria
Tipo di impaginazione: a campo omogeneo
Cromia: bicromo

Tessellato bicromo a decoro geometrico: il bordo, di larghezza diversa lungo le varie pareti, è costituito da una fascia monocroma bianca, realizzata da tessere ad ordito diritto, profilata verso l’interno da una linea tripla di tessere nere, anch’esse ad ordito diritto; il campo, ad ordito obliquo, presenta un punteggiato su fondo nero di tessere più grandi (dadi) bianche (cm 2-3); le tessere sono in calcare (92 tessere in cmq 100). Nel campo una lacuna è stata consolidata in antico con mattoni.

Cronologia
Estremi temporali: dal secolo I a.C. (4° q) al secolo I a.C. (4° q)
Motivazione della cronologia: dati stilistici ed archeologici

BORDO

Specifiche tecniche
Identificazione della Decorazione: geometrica
Tecnica Esecutiva: tessellato (tessellato senza inserti)
Dimensioni Generiche Tessere: piccole o medie
Dimensioni Metriche Tessere: cm 0.7-1. cm

Decorazioni geometriche

MotivoModuloRiempimento
DM 1y – fascia monocroma
DM 1t – linea tripla

CAMPO

Specifiche tecniche
Identificazione della Decorazione: geometrica
Tecnica Esecutiva: tessellato (tessellato con inserti di tessere musive di modulo maggiore)
Dimensioni Generiche Tessere: piccole o medie
Dimensioni Metriche Tessere: cm 0.7-1. cm

Decorazioni geometriche

MotivoModuloRiempimento
DM 107b – punteggiato di dadi su tessellatum in colore contrastante
Referenza fotografica: immagine da MESSINEO 2001, pp. 28-29, fig. 14.

CONSERVAZIONE
Oggetto conservato: parte del pavimento – Conservato in: situ (Villa Ad Gallinas Albas)

Restauri antichi: Nel campo una lacuna è stata consolidata in antico con mattoni.

Villa Ad Gallinas Albas (Riferimento: SAR (dott.ssa Marina Piranomonte)) Via della Villa di Livia – Roma 00188 (RM)

BIBLIOGRAFIA DI RIFERIMENTO
De Franceschini, M. 2005, in Le ville dell’agro romano, Roma, p. 29.
Messineo, G. 2001, in Ad Gallinas Albas. Villa di Livia, Roma, pp. 28-29, 133-134, fig. 14.

CITAZIONE E CONDIVISIONE
STRINGA BIBLIOGRAFICA: Laurenzi, Elsa, Suburbio, via Flaminia, villa di Prima Porta (ad gallinas albas), vestibolo 1a (sotterraneo), tessellato con punteggiato, in TESS – scheda 15857 (http://tess.beniculturali.unipd.it/web/scheda/?recid=15857), 2014
INDIRIZZO WEB: http://tess.beniculturali.unipd.it/web/scheda/?recid=15857

DATA SCHEDA: 2014 | AUTORE: Laurenzi, Elsa | REF. SCIENT. : Ghedini, Francesca | AGGIORNAMENTO: 2015 | COMPILAZIONE/REVISIONE A CURA DI: Angelelli, Claudia